02-03-2016

Bovenbouw: nuova stazione dei vigili del fuoco a Berendrecht

Filip Dujardin, http://www.filipdujardin.be,

Rotterdam,

SPA, Paesaggio, sport, Tempo Libero, Uffici,

Legno, Cemento,

Nel progetto di Bovenbouw, la stazione dei pompieri di Berendrecht assume un ruolo simbolico nel paesaggio indistinto del porto di Anversa. Lo studio belga Bovenbouw costruisce una nuova stazione dei vigili del fuoco a Berendrecht sormontata da un piano abitativo ispirato a John Körmeling.



Bovenbouw: nuova stazione dei vigili del fuoco a Berendrecht

A Berendrecht, nell’area portuale a nord di Anversa, lo studio belga Bovenbouw ha costruito una nuova stazione del vigili del fuoco, un edificio dal preminente scopo funzionale, che però evidenza le linee della loro poetica progettuale. La stazione dei vigili del fuoco di Berendrecht si svincola dai limiti compositivi degli edifici industriali del contesto, quelli di una periferia anonima, standardizzata nei suoi messaggi visivi e stretta da vincoli economici.
Il sito su cui sorge l’opera ha uno sviluppo triangolare, stretto com’è tra infrastrutture necessarie a servire le attività portuali, la ferrovia su due lati, la strada Kruisweg e oltre l’arteria autostradale. Territori diventati di frontiera, dove gli edifici sono accostati l’uno all’altro seguendo relazioni di logistica mercantile. Territori ideali per interrogarsi sul ruolo umano e sulle dinamiche di fruizione che intercorrono.
La volontà da parte di Bovenbouw di distanziarsi dell’estetica diffusa li porta guardare a modelli insediativi sperimentali e provocatori come quelli proposti dall’artista olandese John Körmeling, la cui architettura utopista riflette sulla libertà del singolo: celebre è una delle sue opere più recenti, quando nel 2008 a Tilgurg in Olanda aveva realizzato l’abitazione rotante al centro di una rotonda ad alta intensità di traffico.

Lo studio Bovenbouw fa in particolare riferimento alle sue installazioni di nuclei abitativi in ambienti a opposta destinazione d’uso, come la Pioneer house del 1999, una casa parassitaria collocata sul tetto della sede doganale del porto di Rotterdam. Il contrasto funzionale e stilistico dei lavori di Körmeling è calato dai Bovenbouw nel progetto della stazione dei vigili del fuoco, allo scopo di valorizzare il piano abitativo in relazione ai due piani sottostanti a destinazione operativa. Alle funzioni principali, quella di autorimessa dei veicoli con deposito e quella degli uffici per la gestione dei servizi, si aggiunge quella domestica, dove sono a disposizione degli operatori un soggiorno, una cucina, delle camere da letto, una palestra e infine un vero e proprio campo sportivo. Mentre il piano terra ospita il garage, il primo livello accoglie gli uffici, gli spogliatoi e le docce, facendo da filtro all’ultimo livello, quello più privato.


Dal punto di vista strutturale, l’architettura è uno scheletro di cemento con blocco scala   sul lato sud, rivestito di pannelli di legno altamente coibentanti (pino trattato termicamente). Dal punto di vista compositivo il marcapiano definisce senza distanziarli il blocco operativo da quello domestico: pannelli con andamento orizzontale lasciano il posto a spannelli verticali, tonalità più chiare si succedono a legnami più scuri. L’ultimo livello appare a prima vista un sopralzo, eseguito in continuità oltre che in contiguità, di fatto evidenziando un cambio di destinazione d’uso. Il concetto di innesto di un nucleo residenziale estraneo alla funzione architettonica primaria, ispirato a John Körmeling, si esplicita chiaramente con l’inserimento del blocco più simbolico, quello del campo sportivo angolare e rivestito di tavole in legno distanziate, un ambiente aperto, aggiunto al perimetro chiuso del piano domestico. Luogo di ritrovo e di condivisione attraverso lo sport e il tempo libero, svetta sul blocco sottostante come una torretta di avvistamento e di notte emerge come una fiaccola luminosa e un punto di riferimento nel paesaggio.

Mara Corradi

Architects: Bovenbouw Architectuur, Dirk Somers, Sidse Hald and Eline Aerts
Client: AG Vespa
Location: Kruisweg 22, 2040 Berendrecht (Belgium)
Structural design: UTIL struktuurstudies
Gross useable floor space: 1126 sqm
Internal area: 993 sqm
Lot size: 4156 sqm 
Competition (year): 2010
Start of work: October 2010
Completion of work: March 2014
Structure in: concrete skeleton + timber frame construction
Facades in: thermally modified pinewood
Indoor surfaces: wall finishing in concrete block masonry / OSB
Floors: polished concrete
Energy: K30
Photographs: Filip Dujardin, http://www.filipdujardin.be

www.bovenbouw.be


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy