23-09-2015

Chyutin: Polonsky Academy del Van Leer Institute, Gerusalemme

Ardon Bar-Hama,

Gerusalemme,

Biblioteche, Campus, Bar, Academy, Padiglioni, Teatri, SPA, Istituti, Residenze,

Design,

Design,

Pietra, Cemento,

Con la Polonsky Academy of Advanced Studies di Chyutin Architects si completa il Van Leer Institute di Gerusalemme. Frutto di un concorso, la nuova architettura dello studio israeliano Chyutin si cala nel linguaggio espressivo del campus Van Leer e del Jerusalem Theatre che si erge a sud cercando un dialogo con il verde del quartiere Talbieh.



Chyutin: Polonsky Academy del Van Leer Institute, Gerusalemme

Lo studio israeliano Chyutin Architects ha completato la realizzazione della Polonsky Academy of Advanced Studies, nuovo edificio del Van Leer Institute nel quartiere di Talbieh, nel cuore di Gerusalemme. Con la sua presenza, il progetto di Chyutin Architects va a chiudere il complesso di padiglioni che costituiscono il Van Leer Institute, in cui trovano sede altre importanti istituzioni scientifiche del campus, intorno a una rigogliosa corte giardino.
In seguito alla generosa donazione del dr. Leonard Polonsky, nel 2008 il Van Leer Institute bandì un concorso aperto a importanti studi di architettura del paese per la realizzazione del nuovo blocco, chiedendo che fossero tenute in attenta considerazione alcune richieste istituzionali, come la conservazione del carattere e dell’identità del campus, relativamente al suo orizzonte visivo e al suo aspetto e la compatibilità con il piano generale del quartiere di Talbieh.
Questa zona collinare e molto verde, costruita negli anni venti, è ancora oggi una delle più pregevoli di Gerusalemme, un quartiere principalmente residenziale, in cui si trovano per esempio la residenza del Presidente israeliano, ma anche edifici per la cultura come il Jerusalem Theatre, che si estende a sud del campus Van Leer. A questi dintorni storici, alle pietre locali che rivestono le facciate degli edifici e alla relazione di equilibrio tra architettura e natura, ha guardato il progetto di Chyutin Architects per la nuova Polonsky Academy of Advanced Studies, risultando vincitore di fronte a una giuria internazionale.

L’impianto studiato da Chyutin prevede una facciata esterna di rappresentanza rivolta a sud verso il Jerusalem Theatre e una interna completamente vetrata, che svela invece l’intimo architettonico sulla corte giardino. La pietra di Gerusalemme, che riveste il teatro realizzato nel 1971 dall’architetto Michael Nadler, chiede anche nel nuovo edificio l’impiego di una pietra calcarea simile alla prima, la pietra di Hebron, molto diffusa nell’edilizia locale. Le lastre del prospetto sud, disegnano un reticolato di elementi posati verticalmente e di differenti ampiezze. Quella che sembra a prima vista un unico manto lapideo, nel dettaglio trova dinamismo e carattere, modificandosi ulteriormente in corrispondenza dei patii: qui la pietra di Hebron cessa di essere rivestimento e diventa frangisole, le lastre mancano alternativamente e lasciano intravedere l’interno. Nell’insieme di forte impatto volumetrico, la facciata si alleggerisce, anticipando la totale trasparenza del fronte nord.


Osservandolo dalla corte giardino, tutto l’edificio si appoggia sulla collina che degrada dolcemente, ricca di vegetazione. L’ingresso principale è sul lato ovest, un fronte obliquo che introduce alla visione del giardino. L’edificio rivela ora la sua organizzazione su due livelli sopra terra (adibiti alle attività di ricerca), quello superiore con brise soleil in bambù riciclato e quello inferiore vetrato. Mentre evidente è l’andamento orizzontale della struttura, le cui forti solette in cemento si allungano ancorandosi alla collina, gli elementi in bambù che la schermano si sviluppano verticalmente (come le lastre in pietra di Hebron), creando un generale equilibrio figurativo. Dalla quota del giardino, a 4 metri da quella dell’ingresso, si scende alla biblioteca, alla sala conferenze e alle sale di lettura e caffetteria.

Mara Corradi

Architects: Chyutin Architects Ltd.
Design Team: Bracha Chyutin, Michael Chyutin, Jacques Dahan, Ethel Rosenhek, Joseph Perez
Floor area: 7500 sq. m.
Competition date: 2008
Completion date: 2015
Location: Jerusalem (Israel)
Facades in Hebron Stone
Brise soleil in recycled bamboo
Floors in stone and wood
Photographs: Ardon Bar-Hama

www.chyutin.com


GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy