26-04-2007

Maggie Cancer Care Centre. Frank O. Gehry
Dundee (Scozia). 2003

Richard Rogers, Daniel Libeskind,

Progetti

Una torre bianca che richiama l'aspetto di un faro, un manto leggero e ondulato che fa da copertura, un complesso piccolo ma dall'aspetto accogliente: è il Maggie Cancer Care Centre, completato nel 2003 su progetto di Frank O. Gehry.



Maggie Cancer Care Centre. Frank O. Gehry<br /> Dundee (Scozia). 2003 Si tratta del terzo dei 10 centri commissionati da Maggie Keswick Jencks ad architetti di fama internazionale, come Zaha Hadid, Daniel Libeskind, Richard Rogers, per dar vita a strutture destinate all'assistenza e all'accoglienza dei malati e dei familiari.
Amico personale della committente, Gehry ha realizzato l'opera gratuitamente e si è fatto guidare, nell'ideazione dell'edificio, con l'obiettivo di creare un ambiente che contrastasse con l'immagine più diffusa e istituzionalizzata dei luoghi di cura. I caratteri dell'architettura di Gehry si riconoscono soprattutto nel disegno del tetto, caratterizzato da un più accentuato dinamismo rispetto a tutto il complesso, e ispirato all'immagine di uno scialle presente in un quadro del pittore olandese Vermeer.
L'acciaio inossidabile, che ricorre in molte opere di Gehry, dal Guggenheim di Bilbao al Marqués de Riscal, fa del tetto una piccola scultura, costituita strutturalmente da elementi in pino finlandese e da parti in compensato.
Non essendoci grondaie, l'acqua piovana viene fatta drenare dal tetto in apposite fosse scavate nel terreno. Il piccolo complesso si sviluppa attorno alla torre rivestita di intonaco grezzo bianco, che richiama la tipologia delle abitazioni locali, ma soprattutto l'immagine di un faro.

GALLERY


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy