06-05-2010

Town@house street: la città nell'hotel

Simone Micheli,

Milano,

Hotel, Paesaggio, Aziende, SPA, Alberghi, Residenze,

Gres Porcellanato,

Versione italiana della formula degli hotel senza reception, la Town@house street milanese ideata da Simone Micheli stupisce con scelte cromatiche vibranti e arredi monolitici lasciati alla libera interpretazione fruitiva dell’utente. Per un soggiorno inteso come immersione totale nella città, alle pareti gigantografie degli scatti che Maurizio Marcato ha eseguito in giro per Milano.



Town@house street: la città nell'hotel Quale migliore occasione del Salone del Mobile per presentare al mondo che giunge in massa a Milano un nuovo concetto di ospitalità.
La formula delle stanze d’albergo con servizio informatizzato, privi di reception e di personale, a cui si accede con una semplice prenotazione on line e un codice d’accesso, è un servizio disponibile nelle principali città europee già da alcuni anni. L’arch. Simone Micheli ne studia per l’occasione un’interpretazione italiana, facendo dell’architettura d’interni l’elemento che agisce sulla personalizzazione di questi spazi, normalmente caratterizzati dalla simmetria distributiva e dall’omologazione degli arredi.
Un imponente lavoro di organizzazione ha portato Simone Micheli e Alessandro Rosso a coinvolgere una cordata di aziende, dall’arredo alla tecnologia, dai rivestimenti ai pavimenti, dagli accessori all’impiantistica, nella sperimentare di questa nuova formula dell’ospitalità, allestendo un hotel con accesso diretto dalla strada, al piano terra di via Goldoni 33. Un ex spazio commerciale è stato ristrutturato per progettare quattro suite che sono dotate di un insieme di arredi stilisticamente simili, ma diversi per ciascuna piccola residenza, e da un progetto grafico parietale comune, che a sua volta si differenzia in ciascuna stanza.
Il segno inconfondibile di Simone Micheli, che predilige la linea fluida accompagnata da scelte cromatiche senza sfumature, disegna arredi e illuminazione a formare una scenografia che si inserisce nei paesaggi urbani immortalati da Maurizio Marcato nelle gigantografie della sua Milano.

I muri, sia perimetrali che divisori, dei tre ambienti tipo contenuti in ciascuna suite (camera, guardaroba e bagno) sono quasi totalmente rivestiti con scatti in bianco e nero che ritraggono punti di vista del fotografo sulla città. Il vuoto fotografico, che non rappresenta l’assenza della foto ma ha lo scopo di contrastare la foto stessa, caricandola di importanza, è stato definito dal colore bianco puro dei rivestimenti: alle pareti del bagno il gres porcellanato White, collezione Brilliant di Iris Ceramica mentre su tutti i pavimenti il materiale Extra White della collezione Tinte Unite di GranitiFiandre, entrambi realizzati con il nuovo trattamento ACTIVE Clean Air & Antibacterial CeramicTM,  dalle qualità ecoattive e antibatteriche. L’extra bianco è una scelta progettuale che rimanda da una lato alla neutralità delle percezioni, e dall’altro all’igiene e al benessere: le emozioni di chi guarda la città di Milano devono poter essere metabolizzate in momenti di pausa e riflessione.

Gli arredi non sono oggetti d’uso liberi di muoversi nelle stanze, ma sono monoblocchi laccati di appoggio, di seduta, per appendere abiti, per dormire, che ciascun ospite potrà ulteriormente personalizzare attribuendovi la funzionalità più opportuna. Differenziandosi dalle suite singole, la doppia presenta invece arredi realizzati, secondo lo stesso concetto della funzionalità libera, ma in tubolari d’acciaio, usati come elementi di appoggio di piani laccati. La percezione dell’assenza di confine tra il pubblico e il privato, tra la casa e la città, traduce gli ambienti in spazi adrenalinici per la stimolazione visiva continuata, per una nuova concezione dell’ospitalità intesa non più come isolamento dall’esterno sconosciuto ma invece come immersione totale in esso.

Concept: Alessandro Rosso
Progetto:Simone Micheli
Luogo: Milano
Superficie della suite singola: 35 mq
Superficie della suite doppia: 50 mq
Inaugurazione: aprile 2010
Arredi completi: Domodinamica
Illuminazione: Targetti
Rivestimento delle pareti dei bagni in gres porcellanato White, collezione Brilliant, con trattamento ACTIVE Clean Air & Antibacterial CeramicTM: Iris Ceramica
Pavimenti in gres porcellanato Extra White 120x60 con trattamento ACTIVE Clean Air & Antibacterial CeramicTM,  , collezione Tinte Unite: GranitiFiandre
Fotografie: Juergen Eheim

www.simonemicheli.com
www.granitifiandre.it
www.irisceramica.it
www.townhousestreet.com

GALLERY

Prima suite, colore dominante il verde

Prima suite, colore dominante il verde

Il bagno della seconda suite

Il bagno della seconda suite

La terza suite ha il colore giallo dei tubolari d’acciaio

La terza suite ha il colore giallo dei tubolari d’acciaio

Le immagini di Milano entrano nel privato della camera

Le immagini di Milano entrano nel privato della camera

Il bagno della suite gialla con vasca centro stanza

Il bagno della suite gialla con vasca centro stanza

Il bagno della suite doppia con pavimenti e rivestimenti con trattamento ACTIVE Clean Air

Il bagno della suite doppia con pavimenti e rivestimenti con trattamento ACTIVE Clean Air

Il bianco assoluto delle pareti esalta la carica espressiva delle immagini

Il bianco assoluto delle pareti esalta la carica espressiva delle immagini

La quarta suite con arredi laccati rosso

La quarta suite con arredi laccati rosso

Il pavimento Extra White valorizza anche le scelte cromatiche forti degli arredi

Il pavimento Extra White valorizza anche le scelte cromatiche forti degli arredi

La pavimentazione in gres è un foglio bianco decorato con le ombre e con i riflessi

La pavimentazione in gres è un foglio bianco decorato con le ombre e con i riflessi


Il nostro sito web utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione.
Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l’abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra
Cookie Policy